Sistema Museale Integrato: il Ricetto Museo
Il Ricetto non è monumento statico ma un sistema dinamico aperto: manufatti architettonici, cantine vitivinicole, propaggini storiche e ambientali costituiscono un sistema integrato di realtà connesse.
Il Ricetto di Candelo, ricetto per antonomasia, si rivolge al visitatore per offrire la possibilità di vivere esperienze ed emozioni che vanno al di là della semplice visione di un manufatto architettonico medievale straordinariamente conservato. 
Questo sistema si definisce museale perché documenta la civiltà e il paesaggio che hanno espressione nel Ricetto, ma si distingue dal museo classico come semplice luogo di deposito, in quanto è sistema integrato, costituito da più nodi, più sale e cellule, unite tra loro in percorsi museali coerenti e connessi. 

Le cellule ecomuseali della vitivinicoltura
L'Ecomuseo candelese è un laboratorio tecnico-scientifico di testimonianze storiche e biodiversità, custode del patrimonio storico-naturale di Candelo: è uno specchio di storia e tradizioni.
I Cellula ecomuseale: antichi attrezzi e metodi di vinificazione, ricostruzione museale di una cantina al Ricetto
II Cellula ecomuseale: didattica e illustrazione della cultura del vino con funzione esplicativa e didattica (spiegazioni degli strumenti e delle fasi di lavoro del "cantoniere"). 
III Cellula ecomuseale: Civiltà della vitivinicoltura
Sono previsti inoltre tinerari e appendici sul territorio comunale che arricchiscono e completano la visita all'Ecomuseo: 
- gli itinerari tematici per scoprire i patrimoni storici, naturalistici e religiosi di Candelo; 
- l'Eco-Vigneto, laboratorio tra scienza e storia che concretamente fa rivivere l'antica cultura vitivinicola candelese; 

media/slide/computer/f899139df5e1059396431415e770c6dd.jpg media/slide/computer/8613985ec49eb8f757ae6439e879bb2a.jpg media/slide/computer/812b4ba287f5ee0bc9d43bbf5bbe87fb.jpg



Centro Documentazione Ricetti del Piemonte

Nato per salvaguardare e far conoscere i ricetti d'Italia e d'Europa, il Centro Documentazione Ricetti è una struttura di archiviazione e ricerca per la salvaguardia e valorizzazione dei ricetti del Piemonte nel contesto del medioevo rurale. 
Nasce perché il Ricetto di Candelo è unico nel suo genere e si distingue per il suo straordinario stato di conservazione; è un monumento-documento di fondamentale valore per la ricostruzione delle vicende storiche del Medioevo rurale.
Patrocinato da Regione Piemonte e Provincia di Biella, il CDR di Candelo opera quindi in una sinergia costante tra cultura e turismo, e in rete con tutti gli attori del territorio e le università.
Il CDR coordina la raccolta dati sui ricetti promuovendo il concetto di un "sistema ricetti" nel Biellese e nel Piemonte. Primo passo è stato il protocollo di intesa tra i ricetti Biellesi (2006) con la regia della Provincia di Biella. Il Centro promuove il Medioevo rurale attraverso azioni mirate:
- archivio dati dei ricetti del Biellese e del Piemonte (archivio Micaela Viglino Davico, archivio Toselli e altri archivi privati e tesi di laurea);
- studi, work-shop, convegni, mostre;
- contatti a livello europeo;
- didattica, raccordi con Film Commission, ecc...


Scarica: Il Ricetto e il sistema museale integrato
Scarica: Ecomuseo e Didattica a Candelo
Scarica: Il Ricetto di Candelo, un museo all'aria aperta
Scarica: Visita al Ricetto
Scarica: Origini della Baraggia

Scarica: Presentazione CDR
Scarica: CDR Pieghevole SE
Scarica: Pieghevole Ricetti Biellesi Interno
Scarica: Pieghevoli Ricetti Biellesi
Scarica: Protocollo con Provincia

Scarica: Quando non c'era la piazza

Progetti legati al CDR:
Scarica: Progetto Candelo Ca' Foscari
Scarica: Relazione Conclusiva Ca' Foscari
Scarica: Convenzione Ca' Foscari
Scarica: Spazi Medievali Bando in Itiner@
Scarica: Spazi Medievali Tavole
Scarica: Spazi Medievali Relazione Conclusiva